Il Festival ProvincialeI Luoghi della Musica” si svolge da 23 anni ed è un importante esempio, in Provincia della Spezia, di “rete culturale”, nel campo dello spettacolo dal vivo, inserito profondamente nel tessuto culturale del territorio ed in grado di coinvolgere attivamente una grande pluralità di soggetti pubblici e privati: oltre alle 5 Associazioni del Comitato promotore infatti la sinergia messa in atto da questa manifestazione vede protagonisti ogni anno i Comuni del territorio, coadiuvati da enti pubblici come la Regione Liguria e in passato anche la Provincia della Spezia e sponsor privati come Coop Liguria.

L’edizione 2017 di quest’anno è stata realizzata anche con il contributo della Fondazione Carispezia, poiché il XXIII Festival Provinciale “I Luoghi della Musica” è uno dei progetti selezionati dal Bando “Eventi Culturali 2017” della Fondazione Carispezia.

Non dimentichiamo che in tutti questi anni il Festival Provinciale “I Luoghi della Musica”, realizzando spettacoli nei posti più conosciuti e in quelli più impensati della Provincia, ha svolto un’ importante funzione di valorizzazione del territorio, facendo scoprire luoghi nuovi, insoliti e solitamente esclusi dai grandi eventi estivi; è innegabile che i risultati sono stati sempre positivi sia in termini di qualità che di partecipazione di turisti e pubblico locale, ed ha registrato mediamente un’affluenza di oltre 9000 spettatori nell’arco dell’estate.

Il cartellone dei Luoghi della Musica si compone mediamente ogni anno di oltre 30 spettacoli dedicati a vari generi musicali: antica, classica, organistica, lirica, etnica, fiabe per bambini, jazz, pop  e canzone d'autore, con la finalità di portare in tutto il territorio, in un unico progetto, la cultura musicale e l’obiettivo di animare e valorizzare piccoli e grandi centri di notevole bellezza, proponendo eventi di elevata qualità artistica in paesi e borghi della provincia spezzina, anche in quelli lontani dal tradizionale turismo di massa, creando un collegamento tra entroterra e mare.

Nel corso di questi anni si sono susseguiti, nel programma del Festival artisti e complessi di rilievo nazionale ed internazionale quali Goran Bregovic, Luis Bacalov, Giovanni Allevi, Ugo Pagliai, Arnoldo Foà, i Madredeus, Stefano Bollani, Enzo Iacchetti, Ornella Vanoni e Gino Paoli, Orchestra Sinfonica di Jumilla (Spagna), Pavel Berman, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, la Royal Academy of Music of London, l’Orchestra Regionale Toscana, gli Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino, Ares Tavolazzi, Piero Pelù, Franco Cerri, Ron, Niccolò Fabi, David Riondino, Michele Placido, la Koçani Orkestar, Lello Arena, Nicola Arigliano, Bruno Lauzi, Naomi Berrill, Roberto Fabbriciani e molti altri ancora, affiancati  da artisti del territorio affermati nel panorama concertistico